Volley di Redazione , 07/04/2021 21:44

Kioene, a Verona non riesce il colpaccio, finisce 3-0 per NBV VIDEO

NBV Verona-Kioene Padova 3-0

Non riesce il colpo esterno alla Kioene Padova, che in casa della NBV Verona cede col punteggio di 3-0. Non un dominio assoluto degli scaligeri, ma quantomeno sempre bravi nel gestire i piccoli vantaggi accumulati in un match che – curiosamente – non ha visto l’utilizzo del video check una sola volta. Ancora una volta la Kioene ha dato spazio a quasi tutti gli effettivi, però non sono arrivati punti utili per la classifica di questo Pool 5° posto.

LA CRONACA. Altro “nuovo” sestetto in casa bianconera, con coach Cuttini a schierare Tusch al palleggio, Casaro opposto, Fusaro e Volpato al centro, Merlo e Wlodarczyk in banda, Gottardo libero. Buon avvio dei padroni di casa, con Verona a condurre 8-5 dopo il punto vincente di Magalini. Il muro della NBV allunga il divario, così sull’11-6 arriva il primo time out discrezionale del match. Sul 14-10 Milan prende il posto di Wlodarczyk e pian piano la Kioene si avvicina toccando molti palloni a muro. Sul 16-15 è Stoytchev a chiedere pausa ma al ritorno in campo è immediata la reazione scaligera (19-15). Da questo punto in poi, Verona conduce senza grosse difficoltà e si va al cambio campo sul 25-19 dopo il mani-out di Aguenier.

Con ancora Milan in campo, in avvio di secondo set i bianconeri sono molto più vicini agli avversari (7-6) . La Kioene lotta su ogni pallone e raggiunge la parità con Casaro (10-10). Qualche sbavatura in casa patavina permette alla NBV di accelerare, ma sono diversi anche gli errori al servizio da una parte e dall’altra (20-15). La Kioene però non demorde ed è ancora con Casaro ad accorciare le distanze (22-20), con conseguente time out chiamato da Stoytchev. La pestata da seconda linea di Milan regala il set ball a Verona (24-20) ed è ancora Aguenier a mettere il sigillo sul parziale col muro nell’azione successiva.

In avvio di terzo set il muro di Verona regala il primo break (6-4) con Wlodarczyk che prende poi il posto di Merlo. Padova lotta anche se i veronesi mantengono sempre un piccolo vantaggio (18-16). Coach Cuttini cambia anche i centrali inserendo Vitelli e Canella, con Tusch a segnare al servizio il 21-19 che tiene ancora vive le speranze bianconere. Al ritorno in campo però la NBV mette il sigillo che chiude il match per 3-0 grazie 25-22 a firma di Jensen.

IL TABELLINO

NBV Verona – Kioene Padova 3-0

(25-19, 25-20, 25-22)

NBV Verona: Kaziyski 15, Magalini 11, Aguenier 7, Zingel 10, Jensen 11, Spirito 3, Bonami (L); Peslac, Asparuhov 2, Zanotti 1, Donati (L). Non entrati: Caneschi. Coach: Radostin Stoytchev.

Kioene Padova: Merlo 4, Volpato 4, Tusch 3, Casaro 12, Wlodarczyk 7, Fusaro 6, Gottardo (L); Ferrato, Vitelli 1, Milan 6, Canella 1. Non entrati: Stern, Bottolo, Danani (L). Coach: Jacopo Cuttini.

Arbitri: Lot-Zanussi.

Durata: 23’, 24’, 26’. Tot. 1h 13’

MVP: Luca Spirito.

NOTE. Servizio: Verona errori 13, ace 3; Padova errori 8, ace 3. Muro: Verona 6, Padova 4. Ricezione: Verona 64% (35% prf), Padova 48% (20% prf). Attacco: Verona 55%, Padova 41%.