Cronaca di Redazione , 07/04/2021 21:24

AstraZeneca, in Italia sarà somministrato alla fascia dei 60-79enni

AstraZeneca

Vaccino AstraZeneca, da giovedì 8 aprile “potrà essere somministrato anche nella fascia che va dai 60 ai 79 anni”. E’ quanto ha detto il commissario all’emergenza Francesco Paolo Figliuolo durante l’incontro tra Governo e Regioni nel giorno della nuova valutazione Ema. Sulla stessa linea il coordinatore del Comitato tecnico scientifico Franco Locatelli che avrebbe raccomandato di privilegiare le fasce di età over 60 per il vaccino anglo-svedese.

La possibilità di destinare le dosi del vaccino AstraZeneca agli over 60, ‘scudando’ i più giovani con Pfizer, Moderna e J&J, “non comprometterebbe l’obiettivo che il premier Mario Draghi ha indicato, ovvero di raggiungere le 500mila vaccinazioni al giorno a fine mese”. L’eventuale rimodulazione della somministrazione del vaccino anglo-svedese “in teoria non dovrebbe incidere più di tanto – dicono le stesse fonti – di fatto è un incentivo a vaccinare di più gli over-60”.

I governatori, per bocca del veneto Luca Zaia, avrebbero chiesto chiarezza, riportando anche i possibili dubbi che ora avranno medici e pazienti under 60 alle prese con la seconda dose ancora da somministrare. Al momento la seconda somministrazione non è, infatti, sconsigliata, avrebbero spiegato i vertici del Cts presenti all’incontro.