Cronaca di Redazione , 08/04/2021 15:26

Un pakistano pluripregiudicato dietro al giro di prostituzione in due centri massaggi

Centro massaggio posto sotto sequestro

Ufficialmente un centro massaggi, in realtà una casa per prestazioni sessuali a pagamento. Dopo lo chiusura del centro benessere di Volto San Luca a Verona, i carabinieri hanno appurato chi gestiva il giro di prostituzione cinese: un 42enne pakistano residente in provincia di Brescia, arrestato e rinchiuso nel carcere di Montorio. Le indagini hanno evidenziato che l’uomo, insieme alla compagna cinese arrestata durante il blitz di alcuni giorni fa nel centro benessere di via Volto San Luca, reclutava ragazze di origine cinese e pakistana obbligandole ad effettuare prestazioni sessuali con i clienti. Il giro di prostituzione avveniva anche in un altro centro massaggi in via Trevisani a San Massimo, anch’esso posto sotto sequestro.